Showroom Giacomini Clima Raffa di Puegnago

Detrazione IRPEF 65% per la riqualificazione energetica

Riqualificazione EnergeticaLa Legge di Stabilità 2017 ha confermato fino al prossimo 31 dicembre la detrazione IRPEF del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici.

L’Ecobonus del 65% è stato esteso per tutti i lavori realizzati entro il 31 dicembre 2017. Consiste in una detrazione fiscale dall’IRPEF o dall’IRES, ripartita in dieci anni (vale a dire in 10 rate annuali), su una spesa max di 100mila euro.

Possono usufruire del credito d’imposta tutti i contribuenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono l’immobile oggetto di intervento  finalizzato al contenimento dei consumi energetici.

I lavori per rendere più efficienti gli edifici comprenderanno, anche nel 2017 , spese per l’installare di nuovi climatizzatori.

Quali condizionatori?

  • Climatizzatori con pompa di calore che forniscono sia riscaldamento che raffrescamento, a condizione che siano ad alta efficienza (come definito da specifiche tabelle dell’Agenzia delle Entrate) e che siano installati in sostituzione dell’impianto di riscaldamento esistente.


Come funziona?

  • Detrazioni Fiscali 65%Porta in detrazione dall’Irpef o dall’Ires su 10 anni, tramite quote di pari importo, il 65% della spesa sostenuta. Non è cumulabile (per i medesimi interventi) con la detrazione del 50% per le ristrutturazioni o con altri incentivi come il conto termico. Sono detraibili tutte le spese concernenti i lavori, anche quelle di progetto e amministrative, per questo intervento il limite di spesa detraibile è di 30mila euro.

Per chi e per quali edifici?

Sia per persone fisiche che per aziende e per interventi su edifici di qualsiasi categoria catastale, purché esistenti e già dotati di un impianto di riscaldamento.

Cosa fare per fruire della detrazione- Incentivi fiscali Aria Condizionata – Riscaldamento e Condizionamento:

Per fruire della detrazione è sufficiente, indicare nella dichiarazione dei redditi  i dati catastali identificativi dell’immobile sui quali si sono stati effettuati i lavori. In secondo luogo è necessario esibire e conservare le fatture comprovanti le spese sostenute,  le ricevute dei bonifici di pagamento e la comunicazione all’ENEA.

Per la Riqualificazione Energetica  gli incentivi fiscali sono  del 65% fino al 31/12/2017.

* gli incentivi fiscali del 65% implica la procedura e gli adempimenti necessari tramite comunicazione all’ENEA.